Come organizzare un picnic perfetto - Come organizzare un picnic perfetto

Come organizzare un picnic perfetto

Come organizzare un picnic perfetto, una mini guida completa per la tua gita fuori porta.

Da qualche settimana sono iniziate bellissime giornate calde e soleggiate.

L’occasione è perfetta per una gita fuori porta, una scampagnata in compagnia di amici e per far si che tutto sia perfetto, ripassiamo le regole del picnic.

Come organizzare un picnic perfetto

Comodità

Come prima cosa, scegliete il luogo dove farete il picnic.

Se andate sulla spiaggia, assicuratevi di portare un telo da mare ampio e due sedie a sdraio.

Se andate al parco, portate una tela cerata (l’erba potrebbe essere bagnata o umida) ed una coperta morbida.

Potete anche portare con voi dei cuscini , aggiungerete un tocco extra di comfort.

Per i più piccoli ricordate un tendalino per farli stare all’ombra nelle ore calde.

Cestino da pic nic

Se non avete a disposizione un vero e proprio cestino da picnic, attrezzatevi con materiali diversi, riciclando per esempio cassette della frutta o scatole di cartone.

In alternativa, potete comunque utilizzare vecchi zaini o borsoni da viaggio.

La scelta degli alimenti

E’ meglio scegliere cibi che semplici e gustosi, piatti freddi come insalate di riso, di pasta, frittate o ancora panini al prosciutto.

Anche le insalate di verdure crude con formaggi, tonno oppure uova sono facili da preparare e si conservano bene.

Conoscete le Buddha Bowls?

Sono ciotole cariche di ingredienti freschi di stagione , un piatto completo.

Buddha bowls,cosa sono e come si preparano

Altre valide alternative sono per esempio le focacce fatte in casa, le pizzette oppure le girelle di pasta sfoglia.

Girelle di sfoglia al salame

Se invece scegliete per il finger-food potete preparare delle polpette oppure spiedini di verdure e formaggi.

Altri alimenti tipici del pranzo all’aria aperta sono la verdura e la frutta, che andrebbero precedentemente lavate e conservate.

Freschezza

Indispensabile la borsa frigo per le bevande, la verdura e la frutta.

Vi consiglio di utilizzare dei contenitori per conservare gli alimenti e preservarne le freschezza e qualità.

Posate

Scegliere forchette e coltelli in metallo: oltre a rendere più piacevole il pasto, saranno dei pratici pesi per i piatti.

In alternativa, provate le posate di plastica riutilizzabile sono comode e rispettano l’ambiente.

Il caffè

Dopo un buon pranzo, quello che ci vuole un buon caffè.

Preparatelo e versatelo all’interno di un thermos portando anche gli appositi bicchierini e qualche bustina di zucchero

Per concludere il vostro pranzo, accanto al caffè servite una fetta di torta.

Sacchetti per i rifiuti

E’ importante lasciare il luogo del vostro picnic pulito ed in ordine.

Per farlo potete portare dei sacchetti per i rifiuti adatti alla raccolta differenziata.

Protezione

Per salvaguardare la vostra pelle non dimenticate di proteggervi con una crema solare.

Infine, è utile portare con voi una pomata per le punture d’insetto.

Curiosità

La voce inglese picnic, dal termine composto piquenique, in francese abbina piquer (prendere, rubacchiare, spilluzzicare) all’arcaico nique (piccola cosa di poco valore).

Inizialmente (XVII secolo), con questo termine ci si riferiva alla frugalità dell’evento: pochi e semplici cibi magari sottratti direttamente alla cucina al di fuori dei canonici pasti.

L’Oxford English Dictionary registra l’apparizione, nella lingua inglese, del vocabolo Picnic nell’anno 1748, utilizzato da Lord Chesterfield Philip Stanhope (1694-1773).

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *