La dieta per il ciclo, quali cibi mangiare durante il ciclo mestruale
La dieta per il ciclo, quali cibi mangiare durante il ciclo mestruale

La dieta per il ciclo, quali cibi mangiare durante il ciclo mestruale

La dieta per il ciclo, quali cibi mangiare durante il ciclo mestruale | cosa mangio e perché durante quel periodo.

Il ciclo mestruale non mi ha mai dato moltissimi problemi fino a qualche anno fa: doloroso ed a volte irregolare.

Dopo controlli medici ed una cura ormonale piano piano sembra essersi tutto sistemato ma uso sempre il condizionale quasi per paura di ritornare ai vecchi dolori.

Tuttavia, al di là delle varie cure, ho sperimentato un’alimentazione diversa durante quel periodo di dismenorrea, ossia ciclo mestruale doloroso.

Le mie scelte alimentari mi hanno aiutato molto e continuo tutt’ora a seguirle durante il periodo del ciclo mestruale.

Molte di voi diranno: perché segui ancora un’alimentazione specifica se il tuo problema è stato risolto ?

Il punto di seguito risponde alla domanda.

Dismenorrea

La dismenorrea o più comunemente un ciclo mestruale doloroso può essere collegato a diverse cause: predisposizione, anomalia d’utero ma anche lo stress.

I comuni mal di testa, tensioni addominali (crampi) nausea spesso possono essere alleviate con scelte alimentari diverse.

Ad esempio consumando alimenti ricchi di vitamine del gruppo B e magnesio e limitare invece il consumo di caffè ed alcool che ne riducono l’assorbimento.

La dieta per il ciclo, quali cibi mangiare durante il ciclo mestruale | cosa mangio e perché durante quel periodo.

Omega 3 e vitamine del gruppo B

Tra i cibi consigliati vi è il pesce, ricco di omega3, acidi grassi che riducono l’intensità dei crampi mestruali.

L’avena in fiocchi, germe di grano, arachidi, crusca, pistacchi, lenticchie e noci che contengono vitamina B1.

Le vitamine del gruppo B, in particolare la B1 presente nei cereali integrali, legumi, fegato, molluschi, crusca, funghi , e lievito di birra.

Vitamina B6 che si trova negli spinaci, nei piselli, nei cereali integrali e che assicurano il corretto funzionamento del sistema nervoso e sembra diminuiscano i sintomi dolorosi.

SEMI e VITAMINA E

I semi di lino che possono essere consumati come una quantità pari a 1/2 cucchiaio al giorno all’interno delle insalate.

Ci sono poi i semi di girasole crudi, ricchi di vitamina E che aiutano anch’essi ad alleviare il dolore.

La vitamina E è presente anche nell’olio di germe di grano, vergine di oliva, olio di girasole ed anche nelle mandorle dolci.

La vitamina E è presente anche nei pinoli, nel prezzemolo secco, nella salvia, nel rosmarino,nel timo secco, nel tonno in olio, nella passata di pomodoro, nell’avocado e nelle noci.

MAGNESIO

Il magnesio ha un’azione antispastica e rilassa l’utero.

Cibi che contengono magnesio sono: barbabietole, spinaci cotti (aggiungete del limone quando li consumate, aiuterà a fissare il ferro), ceci cotti, albicocche secche, fagioli bianchi e rossi cotti, mais bollito, broccoli, tarassaco crudo, patate al forno, semi di girasole, mandorle, fichi e banane.

CARBOIDRATI

Gli alimenti ricchi di magnesio possono essere alternati o integrati con i carboidrati complessi che hanno un effetto calmante: pane riso e pasta.

Fonti: Fondazione Veronesi

Condividi su: