Cose da fare per smaltire le abbuffate di Pasqua

Cose da fare per smaltire le abbuffate di Pasqua

Se anche tu hai senti di aver mangiato troppo troverai aiuto con le Cose da fare per smaltire le abbuffate di Pasqua.

Cose da fare per smaltire le abbuffate di Pasqua

Alzi la mano chi non ha mangiato un pò troppo passando tra pranzi e cene decisamente troppo invitanti per riuscire a dire di no.

Innanzitutto, non colpevolizziamoci troppo, il cibo è un piacere e condividerlo con i propri amici e familiari ancora di più.

In queste situazioni è però utile e salutare riservare qualche giorno detox al nostro corpo per ritornare ad un’alimentazione salutare.

Per prima cosa evita i cibi già pronti e quelli in scatola, sono ricchi di grassi, di sale e di calorie, e non è ciò di cui hai bisogno.

Evita anche il pane bianco, preferendo quello integrale o quello i farro.

Scegliete di mangiare proteine quali il pesce azzurro ricco di omega 3 e la carne bianca come pollo o tacchino.

Limitate i carboidrati e scegliete tra quelli integrali; sono più nutrienti e avranno un alto potere saziante per il tuo organismo, permettendoti così di placare più a lungo il senso di fame.

Via libera alle verdure: ricche di fibre dal potere depurativo: a pranzo mangiale crude, mentre a cena preferisci quelle cotte.

Scegli la frutta come merenda o spuntino: aiuterà a stimolare la diuresi.

Sono ottimi ad esempio : ananas, pompelmo, mela, pera, ma anche kiwi e arance.

Se vi piace lo yogurt scegliete quello greco, unite un cucchiaio di miele e 30 gr di mandorle, finirà per diventare la vostra colazione o spuntino preferito, ve lo assicuro.

La frutte secca, in particolare le mandorle sono ricche di sostanze che fanno bene all’organismo.

Hanno un fatto potere antinfiammatorio, migliorano i livelli di grasso corporeo ed in generale aiutano a controllare il del peso.

Ricorda di bere acqua, questo è ovviamente un consiglio valido sempre, almeno 2 litri al giorno.

La sera prima di andare a dormire rilassatevi con qualche tisana al tarassaco, finocchio o mirtillo rosso.

Basteranno due o tre giorni e vi sentirete subito più sgonfi, meno appesantiti.

L’importante è ovviamente seguire un’alimentazione sana, bilanciata ma che non comporti rinunce.

Non consiglio di soffrire la fame, saltare i pasti o sostituirli barrette.

I micronutrienti proteine, carboidrati e grassi sono fondamentali scegli nella giusta misura e qualità per il corretto funzionamento e mantenimento del nostro organismo.

Condividi su: